Pagina:Le avventure di Pinocchio.djvu/240

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 236 ―


— Non mi riesce più neanche a me — gridò Pinocchio, piangendo e traballando.

E mentre dicevano così, si piegarono tutt’e due carponi a terra e, camminando colle mani

Le avventure di Pinocchio-pag240.jpg

Ragliando sonoramente, facevano tutt'e due in coro: j-a, j-a, j-a.


e coi piedi, cominciarono a girare e a correre per la stanza. E intanto che correvano, i loro bracci diventarono zampe, i loro visi si allungarono e diventarono musi, e le loro schiene si coprirono di un pelame grigiolino chiaro, brizzolato di nero.