Pagina:Le biblioteche popolari in Italia dall'anno 1861 al 1869.djvu/55

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 51 —
Matematica e computisteria 19
Fisica e storia naturale » 40
Geografia » 24
Religione-morale-pedagogia » 28
Storia » 120
Economia politica-indust.-commerc. » 18
Lingue e letteratura » 79
Varietà ed amena letteratura » 24
Belle arti » 10

Vi sono due copie del Giornale delle Biblioteche di Eugenio Bianchi, e del periodico La Salute diretto dal dottor Du Jardin; del quale periodico il Municipio dispensa gratuitamente 40 abbuonamenti ai migliori alunni delle scuole serali.

Possiede pure due piccoli globi terrestri ed uno celeste, una macchina geociclica ed una glande sfera armillare di bronzo. La sala offre comodità a 40 lettori. Nei primi quattro mesi (da novembre a marzo) del passato anno ebbe una media di 20 lettori al giorno i quali, allo accorciarsi delle serate, diminuirono in modo che la media assoluta computata sopra i sei mesi è di 15 lettori giornalmente. Di fatto, dal registro-giornale dell’anno 1868 (nei precedenti di poco minore) si hanno 2165 iscrizioni per la lettura che divise per 144 giorni di scuola (25 per mese dedottene le feste e le ferie portate dal regolamento 1860) danno 15.

Dai medesimi registri si ricava che i lettori diedero sempre la preferenza ai libri di amena letteratura. Per libri di altre materie, poche richieste. Questa preferenza data alle opere di amena letteratura è affatto naturale considerando l’età e la professione dei lettori. Quasi tutti son giovani dai 15 ai 20 anni, commessi,