Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
46


II.


Linea Castle Douglas-Port Patrick.



Finanze. — Misura 99 Chilom. compresa una diramazione di l,600m da Stranraer al mare; fu aperta nel Marzo 1861. ed esercitata a parte dai proprietari, che spesero un capitale di L. 14,134,067 pari a L. 142,400 al chilometro, comprese 8 locomotive, 26 vetture e 200 vagoni.

Pei primi tre anni, i proventi crebbero da L. 4,512 a L. 5,245 al Chil.°; le spese non si conoscono in modo preciso, ma si calcola fossero di L. 3,100 al Chil.°, ciò che è una cifra plausibile, considerando che si facevano soli tre treni, e che non si avea a riparare il materiale ch’era tutto nuovo.

In tale periodo, vi sarebbe stato un piccolo dividendo, ma lo si fece passare al fondo di riserva.

Nel 1864, due potenti Compagnie vicine si disputavano l’esercizio di questa linea, che oramai capivasi non potere più essere continuato con profitto dalla Società proprietaria; nella concorrenza, questa ottenne eccellenti patti, cioè diede lo esercizio alla Società caledonian mediante il 38 per % degl’introiti, da ridursi fino al 33 per % a misura che i prodotti aumentassero: inoltre l’affittuario rilevò e pagò in L. 750,000 il materiale mobile.

Gli è dopo fatto quest’ultimo incasso, che la Società determinò il suo capitale nell’anzidetta cifra per cui il vero costo della linea si ottiene aggiungendo a tal somma quella di L. 52,500, ammortizzata con parte del ricavo fatta dal materiale mobile, e deducendo il residuo attivo della Società in L. 335,150; si arriva cosi ad una cifra di L. 14,323,917, cui è da aggiungere il valore del materiale mobile aggiunto dalla Società affittuaria perchè reputato indispensabile ad un buon servizio e consistente in 4 locomotive e 12 vetture del valore di circa L. 36,000; ed infine è da tenersi conto del valore di altro 4 locomotive veramente necessarie, e che ora non si trovano sulla linea unicamente perchè la Compagnia