Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

51


le anzi esposte spese di esercizio pajono calcolate onestamente comprendendo esse il ricambio di 400 metri di rotaje, di 2,805 traversine, e di 2,900 metri lineali di siepe; e le traversine precedenti, ch’erano di abete, si surrogarono con altre di larice.

Al 1 ottobre 1866, l’esercizio fu ceduto alla grande Società del Nord di Scozia; altri vicini aspiravano pure a tale esercizio, e per conseguenza i proprietari ottennero eccellenti patti, essendo loro stato assicurato dai locatari l’interesse del 7½, p. % sulla 1a Sezione e quello del 3½ sulla seconda e così più di quanto avevano fin’allora percepito; quanto alla Sez. 3.a, i proprietari fanno da sè il servizio della strada e delle stazioni, ed i locatari mettono i convogli e la trazione; nè vengono loro ripagate le relative spese, se non dopo che sia distribuito al capitale speso in quella Sezione il 4 ½ per %. Inoltre quando l’introito delle prime due Sezioni eccede le Lire 13 mila al chilom. metà della eccedenza va ai proprietari, che stanno adunque assai meglio di prima, in grazia della concorrenza.

Se dalle spese di esercizio di cui sovra, deduciamo le tasse, la media si riduce a L. 5,590 per chilom., per l’esercizio indipendente; quanto costi ora non si sa, perchè la Società non tiene conto separato e del resto non è ancora scaduto un anno di esercizio,

Il capitale speso si divide come segue per la 1a Sezione:

Spese parlamentari L. 186,894 ossia per chilometro L. 6,922
Terreni » 470,961 » » 17,443
Ingegneri » 83,619 » » 2,097
Strade e fabbriche » 1,814,076 » » 67,188
Officine » 90,261 » » 4,343
Materiale mobile » 1,688,148 » » 62,524
Somma L. 4,333,959 L. 160,517

Però il detto materiale mobile bastò non pei soli 27 chilom. della Sezione, ma pei 65 chil. della intera linea; dividendo per