Pagina:Le ferrovie economiche d'Europa.djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
78


solo L. 2,000 quelle aperte, pella 2.a e 3.a classe; ed in circa 600 vagoni di varia qualità e diverso valore.

Il tutto corrisponderebbe alla spesa chilometrica di L. 54,000 circa, di cui più della metà è rappresentata dal materiale mobile.

Esaminando il terreno, si comprende come una linea a scartamento ordinario di 1,m50, colle curve minime di 300 metri, corrispondenti in resistenza alle curve di 80 metri di questa linea, avrebbe dovuto costare immensamente di più, perchè non si sarebbe potuto secondare il terreno come si fece.

Esercizio. — Si fanno al giorno 5 convogli misti in ogni senso, con riposo la domenica, cosicché il percorso dell’anno passato salì a chilometri 74,880. La spesa per treno chilometro fu dunque nel 1866, di L. 3,72; anche deducendo le imposte in L. 22,100, un canone di L. 2,100, per l’uso di un tratto di strada e certi interessi e commissioni, le spese vive ammontano pur sempre a L. 3,00 per convoglio chilometro. Onde comprendere questa cifra, che in ragione del poco peso del treno pare elevatissima, bisogna riflettere alla straordinaria quantità di vagoni che si hanno su così breve linea, la proporzione essendo di circa 28 veicoli per chilometro, numero che non è avvicinato da niuna ferrovia al mondo; inoltre è un fatto che molte spese di costruzione, come provviste di materiali per nuovi vagoni e simili, si portano all’esercizio, contrariamente all’abitudine generale. Le locomotive hanno il tender coll’acqua adosso, e pesano 7,500 chilogrammi cariche; più un tender separato a 4 ruote che pesa 1,500 chilogrammi e porta ½ tonnellata di carbone:

Le macchine hanno solo 4 ruote, tutte accoppiate di 0,m60 di diametro, colle sale distanti 1m,50; cilindri di 0m,20 X 0m,30; pressione in caldaja 12 atmosfere effettive. Si supponga di 6 atmosfere la pressione media nei cilindri coll’espansione: la forza delle macchine sarà di 1,200 chilogrammi, corrispondente all’aderenza del sesto circa, e quando si voglia fare uno sforzo e le rotaje siano asciutte si può arrivare ad una forza di trazione di 1,500 chilogrammi, pari al quinto del peso aderente. Lo sforzo di 1,200 chilogrammi corrisponde a rimorchiare sulla pendenza e sulle