Pagina:Le opere di Galileo Galilei II.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

all’architettura militare. 27

siano battuti, che le scaglie della batteria non impediscano quelli che sono alla difesa del baluardo o della cortina in su la quale è posto il cavaliero.

Alle volte occorre fortificate un sito, parte del quale, per esser circondato da balze, è per natura inespugnabile, e da qualche parte essendovi la salita, ha di bisogno d’essere recinto ed assicurato. In questo caso si tira una cortina da un estremo a l’altro del precipizio, e si formano in su le due estremità di detta cortina due mezzi baluardi, i quali terminano sopra il precipizio. E questa tale sorte di fortificazione si domanda forbicia; la figura della quale è manifesta qui appresso.

Ma quando fussi di bisogno fortificare una salita d’una costa, sopra la quale, per l’inegualità del sito, malamente si potessero accommodare i baluardi o altri corpi di difesa, allora si viene circondando con alcuni denti; i quali altro non sono che fianco e cortina, come nella sotto figura si vede.

Si costuma ancora circondare con denti un forte, dove sieno gli alloggiamenti d’uno essercito, facendo per comodità la distanza fra