Pagina:Le opere di Galileo Galilei II.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
96 trattato

della fossa, scarpa, controscarpa e strada coperta.


L’uso ed introduzione della fossa è stato utilissimo per i molti commodi che da essa si cavano, ed in particolare per le fortezze di piano. Perciò che, quando non si cavasse la fossa intorno alla fortezza, ma si alzasse la muraglia tutta sopra il piano della campagna, verrebbe di maniera scoperta ed esposta alla batteria, che, sendo battuta dalla radice, facilmente sarebbe tratta alla rovina; dove che l’avere intorno la fossa fa che dall’altezza del suo argine viene ricoperta tal parte della muraglia, che non può essere battuta se non molto alto: come dal sottoposto disegno si può comprendere; nel quale per le lettere A, B, C ci si rappresenta la muraglia; CD è il fondo della fossa; DEF l’argine di essa fossa, il quale ricuopre tal parte della muraglia, che il tiro H, posto in campagna, non può battere se non dal punto I in su.

E di grandissima commodità il far la fossa, ancora perchè, dovendosi terrapienare la muraglia, la terra che si cava dalla fossa può servire per fare il terrapieno.

Aggiungesi alle cose dette, che dovendo tal volta quelli della fortezza sortire fuori, per disturbare il nemico o per altra occorrenza, quando, sopragiungendoli la calca de’ nimici, gli fosse necessità di ritirarsi, se la fortezza fusse sfasciata di fossa ed argine, non avendo tempo i difensori d’entrare nella fortezza repentinamente per una piccola porta, verrebbono tagliati a pezzi; dove che avendo la ritirata dell’argine e strada coperta, possono, in tal luogo fatti forti, volger la fronte al nimico e ribatterlo.

Nella medesima figura l’aroine detto DEF si adimanda cantrascarpa: e quel picciol piano segnato EK ci figura la strada coperta coperta dico dall’altezza KF, quale chiameremo parapetto della strada.

4. d’intorno, C — la fortezza, B — 7. in rovina, C — 8. a torno la, C — 21. per terrapieno, B — 24. fusse di necessità il, C — 25. fusse spacciata, n; spiccata, C — 29. la faccia al, B — ributtarlo, C —