Pagina:Le opere di Galileo Galilei XIX.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
26


V.
CONTI TRA VINCENZIO GALILEI E MUZIO TEDALDI. a) Conto corrente 1572-1574.
[Pisa], 19 novembre 1574.


Bibl. Naz. Fir. Appendice ai Mss. Gal. Busta citata al n.o I, b), car. 7. — Autografo di Muzio Tedaldi.


+ Yhs, 1572. Mess. Vinc.o Galilei de' dare per resto di suo conto per tutto di 6 di Giugnio l5731, al libro C, c. 162 £ -- 5. 8. E a dì primo di Maggio 1574, £ 7. 6. — , per br. 3 di rascetta nera e altro, levato in fiera e mandata a Firenze.» 7. 6. — 10 E a dì 17 detto, per br. 15 di ciambellotto nero, mandato come sopra» 29. E a dì 29 detto, pagati al Monte per riscuotere j turca n.a » 13. 8. — E a dì 26 di Settembre, per calisea bigia per Galileo...» 23. E a dì detto, per feltro, tela e bottoni per M.a Giulia... » 3. E a dì detto, £ sette, portò 20 M.a Giulia contanti» 7. E a dì 23 di Ottobre, per lib. 35 di lino lombardo» 15. 15. — E a dì 24 detto, per un sacco di grano fatto farina per detta » 8. 9. — E a dì 9 di Novembre, portò Galileo per il maestro...» 5. ’ E a dì 11 detto, portò M.a Giulia contanti» 7. + Yks. 1572. Mess. Vinc.o di contro de’ havere a dì 29 di Maggio 1574 £ quattordici per lui dal procaccio contanti £ 14. — E a dì detto, per tanti pagò per me a Francesco Ciacchi» 35. 4. E a dì 24 di Settembre, per 2 mute di sui libri2 venduti» 2. 5. E a dì primo di Ottobre, £ otto, sol. 8, se li fanno buoni per l'aggio di ∇ 42 d'oro cambiati »8. 8. E a dì 15 detto, per lui da Mess. Ipolito Seta » 5. — E a dì 20 di Dicembre, per lui dal procaccio» 7. — E a dì 9 di Gennaio, pagò per me a Francesco Ciacchi 3» 50. — E a dì 3 di Febraio, per lui da M.a Doratea contanti....» 35. — E a dì 6 di Marzo, pagati per me a Francesco Ciachi...» 48.—

£ 204. 17.
  1. Questo e gli altri millesimi, nel presente conto, sono di stile pisano.
  2. Fronimo. Dialogo di Vincentio Galilei Fiorentino. Nel quale si contengono le vere et necessarie regole del intavolare la musica nel liuto. Posto nuovamente in luce et da ogni errore emmendato. In Venezia, appresso Girolamo Scotto, MDLXVIII.
  3. Cfr. Vol. X, n.o 1, lin. 12 e seg.