Pagina:Le opere di Galileo Galilei XVII.djvu/58

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


[3461-3462] 11 - 13 aprile 1637. 59 . FULGENZIO MICANZIO a GALILEO [in Firenze]. Venezia, 11 aprile 1637. Bibl. Naz. Fir. Mss. Gal., P. VI, T. XIII, car. 18. — Autografa. Molt' IlL'^ et Ecc."^^ Sig.^ Sig.' Col."^^ Vedrà V. S. dalla collegata ^^' il principio dell'impressione delle sue fatiche et speculationi, et il desiderio del Sig.^ Elzivir di bavere il ressiduo et compimento dell'opera. Dall'intaglio di queste quattro figure mi pare potere sperar una stampa bella. Mi manda 7 fogli d' un' opereta cbe portò seco di qua : in tutti 7 non vi è l'errata d'una sola lettera, cbe nelle nostre stampe l'errata avanza il resto. Il P. Matbematico di Bologna^*', coli' occasione del suo capitolo in Roma, verrà a vedere V. S. Io gì' invidio la felicità. Deve publicare qualcbe cosa, ma, per quanto mi scrive, più per la comune cbe di suo genio : calamità de' gran- io d'ingegni, cbe non possono meno far conoscere quanto siano elevati fuori del volgo; et Diogenes a vulgo neque reges ipsos secernebat, V. S. affretti il mandare quello cbe si deva aggiongere all' opera sua, nec parcat càlamo : faccia scrivere da altri, percbè a' veccbi è gran pena lo scrivere, ma il copiare intolerabile. Dio la conservi, e le bacio le mani. Ven.^ 11 Aprile 1637. Di V. S. molto 111.^^ et Ecc."^^ Dev.°^° Ser. S.^ GaUleo. F. F.

  • .

COSTANTINO HUYGENS ad ELIA DIODATI [in Parigi]. L'Aja, 13 aprile 1637. Bibl. dell'Accademia delle Scienze in Amsterdam. Ms. XLIX, Lettres franQoìses de Constantìn Huygens, T. I, pag. 771. — Copia del tempo. La traduzione italiana, compendiata, della presente, inviata da Elia Diodati a Galileo (cfr. n <> 3499, lin. 45-46), si legge nel Tomo III, pag. 434-435, dell'edizione citata nell'informazione premessa al n.o 1201. A Monsieur Diodati. A la Haye, ce 13 d'Aprii 1637. Monsieur, Sorti à peine du nuage d'une calamite domestique, dont il a pleu à Dieu me menacer seulement, comme j'espere que M. Pallotti^^^ vous aura faict entendre par avance, j'at- Lett. 3461. 5-6. non vi V errata — <^> Cfr. no 3447. '3) Alfonso Pallotti. <*' Bonaventura Cavaliebi.