Pagina:Le pitture notabili di Bergamo.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
116

piano alcune Verginelle inginocchioni divotamente oranti, e vestite dell’abito del loro Istituto. All’Altare laterale colorì il Cifrondi con pastosa e vaga tinta, oltre a un buon giuoco di lume che piove da una gloria di Celesti Puttini, l’Angelo Custode che guida un’Anima al Cielo figurata sotto l’immagine di un innocente Fanciullo. Sopra l’Altare in mezzo all’ornato, fregiato ne’ lati di due Angeli a stucco di buona maniera, evvi un picciol Quadretto con un bel Redentorino, seduto in atto di benedire. Poco distante evvi a man destra la sontuosa e nobil Chiesa di

SANTO SPIRITO.


LVIII.


ERetta da’ fondamenti con uno Spedale appresso dal Cardinale Longo l’anno 1319. e consegnata a Monaci Celestini, indi concessa a’ Canonici Regolari che di presente ancora la ufiziano. Prima di entrar in Chiesa mirisi la Porta che merita attenzione, per que’ due Angeli assai leggiadramente e con isveltezza scolpiti in pietra, che sono nell’ornato. Entrati dentro vedremo un gran vaso a volta; quella modernamente fatta, quello antico e dal Sansovino ideato: dove sono osservabili pel diligente artifizio le sei gran colonne di pietra viva co’ loro capitelli, e imbasamenti, appoggiate ad altrettanti pilastri in ambedue i lati; e le altre quattro proporzionatamente minori in ciascuna Cappella della nave. Alla prima delle quali