Pagina:Le pitture notabili di Bergamo.djvu/58

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
54

primo che è a destra della Porta principale evvi una Tavolina di gusto, su cui vedesi effigiato S. Giovanni Evangelista con le mani e i piedi, cosa malagevole a farsi, assai corretti, e di buon impasto. Appresso è degna di osservazione la bellissima Cappella dell’Immacolata Concezione ornata di marmi, di stucchi dorati, e di squisite Pitture. Fralle quali è ammirabile quella della Immacolata Vergine, fiancheggiata da AngliFonte/commento: Pagina:Le pitture notabili di Bergamo.djvu/172, e sopra il Dio Padre, dipinta nel lunettone della testata da Paolo Cavagna con maestosa eleganza; del qual pennello, e di pari perfezione, sono e i tre Quadretti nella volta dell’arco, e i due Dipinti laterali all’Altare; nel destro de’ quali mirasi un Angelo leggiadramente librato in aria sopra S. Giuseppe dormiente; e nel sinistro la Visitazione di Santa Lisabetta, così al vivo espressa, che non si può desiderare di più. L’Assunzione di Maria Vergine nel Quadrone laterale, che è dalla banda del Vangelo, non è di Francesco Terzi, come fu fatto credere al Ridolfi, ma di Francesco Bassano, che quivi con ottima riuscita ha voluto ingrandire la maniera. Ma sibbene di Francesco Terzi è la Natività del Signore nel Quadrone dirincontro, Opera espressiva e grandiosa di questo nostro Concittadino, fregiato da Massimiliano Cesare della Cesarea Nobiltà co’ suoi Discendenti, e onorato altresì dall’Arciduca Ferdinando per le virtuose e singolari sue fatiche di Pittura, e di Disegno. Nel Palazzo Ducale in Venezia entro la Sala dello Squittino effigiò con lode alcuni egregj Fatti della Repubblica. Morì in Roma sul finire del 1500.

I lunettoni ne’ fianchi della Cappella, in cui si