Pagina:Le poesie religiose.djvu/199

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

CREPUSCOLO 193


Distendi, bel nume, le magiche anella
     Per l’etere eterno, fra l’isole estreme:
     Ogni ente che vive, che spera, che geme,
     Le schiatte, le specie, le cose affratella!

O cuore del mondo, con mistico suono
     Il caldo tuo sangue nel Tutto si versa;
     Le leggi degli astri tuoi palpiti sono;
     Tuo spiro immortale la vita universa.

Ascendi, bel nume, l’altissima sede
     Cui d’idoli ha sgombra la spada del Vero
     Degli esseri tutti tu l’unica fede,
     Tu l’unica luce dell’arduo mistero!