Pagina:Le prose e poesie campestri....djvu/254

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
238 dissertazione

non solo perfezionata quasi, ma diremo ancora inventata.

Vero è, che, quanto all’invenzione, non mancan di quelli che all’Inghilterra la tolgono, e la danno alla Cina. Tuttavia questo punto non è stato sparso ancora di tanta chiarezza, che regolar possa i nostri giudizj. Le descrizioni, che dei giardini Cinesi, e delle delizie dell’Imperatore presso Pekino ci han date i Padri Gesuiti, non sono abbastanza particolareggiate e distinte; ed il celebre Cavalier Chambers, che ne trattò più ampiamente, ma che poco s’internò nel paese, confessa con lodevole ingenuità non aver veduto di que’ giardini, che i men grandi, e meno curiosi, e che più assai, che da questi, notizia trasse del far Cinese dalla bocca d’un pittor famoso di quella nazione chiamato Lepqua. Ma supponendo ancora, che tra quel giardino, e il Britannico non corresse differenza niuna, ne conseguita forse, che il primo sia stato modello al secondo?