Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/123

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

postvma. 91

L.


     Noi sentiamo il furor delle baccanti,
L’estasi santa degli anacoreti;
Siamo i martiri noi, siamo i profeti
Noi che gridiamo al mondo avanti, avanti!

     Parliam coi fiori e colle stelle erranti,
Amor ci disse tutti i suoi segreti:
Solo a noi, nati all’Arte, a noi poeti,
Prorompono dal cor gl’inni sonanti.

     O banchieri, o droghieri, a più dannose
Arti lo sprezzo e l’ironia serbate;
Noi non cerchiam le utilità dolose,

     Noi non falsiamo i pesi e le derrate.
Che colpa c’è nel preferir le rose
Alle candele, al pepe, alle patate?