Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/124

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
92 postvma.

LI.

BRINDISI


Minister vetuli puer Falertii
Inger mi calices amariores.


Catulli, Carm.


          Di lunghi canti la notte suona,
Dal crin mi pende rosea corona
E nel convito tendo il bicchiere....
               4Servo, da bere!

     Folle! d’amore tentai la via,
Amai con tutta l’anima mia,
Per lunghe notti cupo vegliai.
               8Piansi, pregai....

     Folle! Chi brama femineo core
Serrar ne’ lacci del vero amore,
Abbia sul labbro lusinghe infami.
               12Menta e non ami,