Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/427

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


II.


INTERLVDIVM




....Minuentur atrae
Carmine curae.
Horat. IV. ii.




IL MIO RITRATTO


Io conosco l’applauso e la fischiata
lo schiaffo e la carezza, il bacio e il morso,
il velen del pensiero e del discorso,
la calma della fede intemerata.

La strada del dolor l’ho insanguinata,
il sentier della gioia io l’ho percorso,
ho bevuto la vita a sorso a sorso
e depongo la tazza ormai vuotata.