Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/568

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
536 adjecta.


     O morti combattendo, o dei patiboli
vittime sante, indarno il ver sapremo
e negli anni che vengono
12tutto da capo cominciar dovremo?

     Per le squallide vie l’urlo del popolo
dovremo forse udir come una volta
e nelle chiuse tenebre
16suonar le trombe al fuoco ed a raccolta?

     Ah no, non sia! Nasci più lieto, o secolo,
più libero, più buono e men rapace
per chi soffre e desidera
20un po’ più di giustizia e un po’ di pace!