Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/607

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

adjecta. 575

VI.

AGLI EROISSIMI


     Giusti della fallita Apocalissi,
Marci Porci Catoni, in questo errai
che delle birberie forse ne scrissi,
          4ma non ne feci mai.

     Oh se n’avessi fatte, e lo potevo,
di che frasche m’avreste incoronato!
Un’abiura e tra i grandi anch’io sedevo,
          8illustre deplorato!

     Ma l’arte di lustrar le scarpe ai ladri
curvando il dorso, mi negò natura;
perciò gridate che incitai le madri
          12a strillar di paura.

     Chi parla di viltà? Chi con gagliarde
frasi, dopo il caffè, facil tribuno,
povere donne, vi chiamò codarde
          16perchè vestite a bruno?