Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/610

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
578 adjecta.

VII.

AI REDUCI DALLO SCIOA


     Quando spuntar vedrete a l’orizzonte
questo suol benedetto e sospirato
e la brezza natia su l’arsa fronte
4il bacio vi darà del ben tornato;

     quando in folla calar vedrete al lido
i cari vostri a salutar le prore
e il dolce vento de la patria, il grido
8vi porterà de l’aspettante amore;

     quando nel cor di rimembranze pieno
l’impeto cesserà de la tempesta
e, consolati, sul materno seno
12riposerete alfin la stanca testa;

     se vi parrà d’udir fioco un lamento
che seco il pianto e la tristezza porti
ascoltatelo pur senza sgomento;
16quella è la voce dei compagni morti,