Pagina:Le rime di Lorenzo Stecchetti.djvu/75

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

postvma. 43

XXII.


     Ci siamo amati in faccia al sol raggiante
Nel giugno azzurro tra le spiche bionde:
Quelle querele laggiù steser le fronde
Sopra le audacie tue, gentil baccante.

     Le parole più dolci e le più sante
Ce le dicemmo tutte, e le gioconde
Arti di voluttà ch’altri nasconde
Noi le mostrammo tutte al dì fiammante.

     Ma l’autunno tornò, ma in lungo stuolo
Tornano i corvi, ed alle selve usate,
Dove salimmo insiem, ritorno solo:

     Ma dal vento d’ottobre assiderate
Cadon le foglie delle querele al suolo....
Ahi, l’amor tuo durò quanto l’estate!