Pagina:Le rime di M. Francesco Petrarca I.djvu/5

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
vi

edizione de’ chiarissimi Sigg. Volpi di Padova, trattone il catalogo di tutte le edizioni, in vece del quale vi do un rimario de’ versi interi, il quale dal felicissimo aureo secolo decimosesto, in cui fiorivano per così fatto modo le belle arti, non fu poi fino a’ giorni nostri, che io sappia, pubblicato. Il perchè io di tutti il primo ho l’onore di provedere la gioventù studiosa, e che di poetare prende diletto, di questo presidio veramente illustre: siccome quello che non pure torna loro a memoria le desinenze tutte, ma mostra altresì il leggiadro che ha fatto di esse il massimo nostro Poeta. Alla pubblicazione del Petrarca succederà quella dell’Orlando innamorato, Poema del Co: Matteo Bojardo e rifatto tutto da M. Francesco Berni, in due tomi in 12. Voi porgete mano alla mia buona volontà di giovare al pubblico, approfittandovi di queste mie utili fatiche, e vivete felici.



VITA