Pagina:Leonardo prosatore.djvu/191

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IL MOVIMENTO E L’ESPRESSIONE




Delli movimenti espressivi1

Quella figura è più laudabile che con l’atto meglio sprieme la passione del suo animo.


Le figure de li omini abbino atto proprio alla loro operazione in modo che, vedendoli, tu intendi quel che per loro si pensa o dice; li quali saranno bene imparati da chi imiterà li moti delli muti, li quali parlano co’ movimenti delle mani e degli occhi

  1. Anche L. B. Alberti, Tratt. di Pitt., L. II, Cap. XVIII: «Quanto l’istoria dipinta fermerà l’attenzione del riguardatore se le figure che vi saranno operate rappresenteranno molto bene i moti dell’animo!» e, sullo stesso argomento, cap. XIX, XX, XXI, XXII.