Pagina:Leopardi, Giacomo – Canti, 1938 – BEIC 1857225.djvu/203

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


DEDICHE, NOTIZIE, ANNOTAZIONI 197 Anche il testimonio dell’Ariosto, benché l’Ariosto non fu toscano, potrebb’essere che fosse creduto. «Ne la(*) stagion che la fron¬ dosa vesta Vede levarsi e discoprir le membre Trepida pianta fin che nuda resta». Quanto poi tocca al verbo italiano «trepidare», che la Crusca definisce similmente per «aver paura», «temere», « paventare », venga di nuovo in campo a farla discredere il me¬ desimo Rucellai. «A te (2) bisogna gli animi del vulgo, I trepi¬ danti petti e i moti loro Vedere innanzi al maneggiar de Tarmi»; cioè «gli ondeggianti, inquieti, fremebondi petti». Anche questo è di Virgilio (3\ « Continuoque animos vulgi et trepidantia bello Corda licet longe praescìscere ». Venga fuori eziandio PAlamanni. «Egli(4) stesso alla fin cruccioso prende La trepidante inse¬ gna, e’n voci piene Di dispetto e d’onol, la porta e’n mezzo Dell’inimiche schiere a forza passa». Cioè «la barcollante» o «la tremolante insegna». E forse ch’ha paura anche «il polso trepidante» dalla febbre amorosa nel testo del Firenzuola?(5). III, 1. E la ferrata [v. 31] necessità. «Ferrata» cioè «ferrea». Nel difendere questa sorta di favel¬ lare metterò più studio che nelle altre, come quella che non è combattuta da’ pedagoghi ma dal cavalier Monti, il quale (6) dal- l’una parte biasima fra Bartolomeo da San Concordio che in un luogo degli Ammaestramenti dicesse « ferrate » a guisa di « fer¬ ree», dall’altra i compilatori del Vocabolario che riportassero il detto luogo dove registrarono gli usi metaforici della voce « fer¬ rato». In quanto al Vocabolario, è certissimo che sbaglia, come poi si dirà. Ma il fatto di quel buono antico mi persuado che, oltre a scusarlo, si possa anche lodare. Primieramente la nostra lingua ha per usanza di mettere i participii, massimamente pas- sivi, in luogo de’ nomi aggettivi (come praticarono i Latini), e per lo contrario i nomi aggettivi in luogo de’ participii, secondo (1) Fur., c. ix, st. 7. (2) Api, v. 266. (3) Georg., 1. iv, v. 69. (4) Colliv., 1. iv, v. 792. (5) Voc. della Crus., v. «trepidante». (6) Proposta di alcune correz. ed aggiunte al Voc. della Crusca, voi. II, par. 1, p. 103.