Pagina:Leopardi, Giacomo – Operette morali, 1928 – BEIC 1857808.djvu/80

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
74 operette morali


questa per la piú parte del tempo è come una notte oscurissima, senza luna né stelle; mentre son teco, somiglia al bruno dei crepuscoli, piuttosto grato che molesto. Acciò da ora innanzi io ti possa chiamare o trovare quando mi bisogni, dimmi dove sei solito di abitare.

Genio. Ancora non l’hai conosciuto? In qualche liquore generoso.