Pagina:Leopardi - Canti, Piatti, Firenze 1831.djvu/150

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
144 canto xx.


170L’aria non mira. Ahi tu passasti, eterno
Sospiro mio: passasti: e fia compagna
D’ogni mio vago immaginar, di tutti
I miei teneri sensi, i tristi e cari
Moti del cor, la rimembranza acerba.