Pagina:Leopardi - Canti, Piatti, Firenze 1831.djvu/151

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

145

XXI.


CANTO NOTTURNO


di un pastore vagante dell’asia (1).



Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai,
Silenziosa luna?
Sorgi la sera, e vai,
Contemplando i deserti; indi ti posi.
5Ancor non sei tu paga
Di riandare i sempiterni calli?
Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga
Di mirar queste valli?
Somiglia a la tua vita
10La vita del pastore.
Sorge in sul primo albore
Move la greggia oltre pel campo, e vede
Greggi, fontane ed erbe;
Poi stanco si riposa in su la sera:
15Altro pur non ispera.
Dimmi, o luna: a che vale
Al pastor la sua vita,