Pagina:Leopardi - Canti, Piatti, Firenze 1831.djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
78 canto viii.


Nidi l’intima rupe, ónde ministra
L’irrigua valle, inopinato il giorno
110De l’atra morte incombe. Oh contra il nostro
Scelerato ardimento inermi regni
De la saggia natura. I lidi e gli antri
E le quiete selve apre l’invitto
Nostro furor; le violate genti
115Al peregrino affanno, a gl’ignorati
Desiri educa; e la fugace, ignuda
Felicità per l’imo sole incalza2.