Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/101

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


si rimuovano dai negozi della vita il più che si possa, e che a poco a poco dieno luogo, sottentrando le macchine in loro scambio. E deliberata di concorrere con ogni suo potere al progresso di questo nuovo ordine delle cose, pro¬ pone per ora tre premi a quelli che troveranno le tre 5 macchine infrascritte. L intento della prima sarà di fare le parti e la persona di un amico, il quale non biasimi e non motteggi l’amico assente; non lasci di sostenerlo quando l’oda riprendere o porre in giuoco; non anteponga la fama di acuto e di 10 mordace, e l’ottenere il riso degli uomini, al debito dell’ami¬ cizia ; non divulghi, o per altro effetto o per aver materia da favellare o da ostentarsi, il segreto commessogli ; non si prevalga della familiarità e della confidenza dell’amico a soppiantarlo e soprammontarlo più facilmente; non porti 15 invidia ai vantaggi di quello; abbia cura del suo bene e di ovviare o di riparare a’ suoi danni, e sia pronto alle sue domande e a’ suoi bisogni, altrimenti che in parole. Circa le altre cose nel comporre questo automato si avrà l’occhio ai trattati di Cicerone e della Marchesa di Lambert sopra 20 1 amicizia. L Accademia pensa che l’invenzione di questa cosi fatta macchina non debba essere giudicata né impossi¬ bile, né anche oltre modo difficile, atteso che, lasciando da parte gli automati del Regiomontano, del Vaucanson e di altri, e quello che in Londra disegnava figure e ritratti, e 25 16 AMF a’ — 17 AMF o riparare — 19 AMF compor — 20 A Trai- tati — 21 AMF la invenzione 1 da 7 Lo scopo — 13 e da — commessogli ; non porti — 14 fami¬ liarità dell 17 d’ — 18-21 parole. L’Accademia — 19 I*altre — s avrà 20 a — marchesa — 21 si persuade — di questo cosi fatto automato [q. ant. di questa qualità] — 22 né per — 23 per supremamente ditncue, a ritrovare, poiché — 24 le macchine del — d’ — 38 —