Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/100

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


per due considerazioni che ella giudica essere importan¬ tissime, quantunque comunemente non avvertite. L’una si è che ella confida dovere in successo di tempo gli uffici e gli usi delle macchine venire a comprendere oltre le cose 5 materiali, anche le spirituali ; onde nella guisa che per virtù di esse macchine siamo già liberi e sicuri dalle offese dei fulmini e delle grandini, e da molti simili mali e spaventi, cosi di mano in mano si abbiano a ritrovare, per modo di esempio (e facciasi grazia alla novità dei nomi), qualche 10 parainvidia, qualche paracalunnie o paraperfidia o parafrodi ; qualche filo di salute o altro ingegno che ci scampi dall’ egoi¬ smo, dal predominio della mediocrità, dalla prospera fortuna degl’ insensati, de’ ribaldi e de’ vili, dall’ universale noncu¬ ranza e dalla miseria de’ saggi, de’ costumati e de’ magna- 15 nimi, e dagli altri si fatti incomodi, i quali da parecchi secoli in qua sono meno possibili a distornare che già non furono gli effetti dei fulmini e delle grandini. L’altra cagione e la principale si è che disperando la miglior parte dei filosofi di potersi mai curare i difetti del genere umano, i quali, 20 come si crede, sono assai maggiori e in più numero che le virtù; e tenendosi per certo che sia piuttosto possibile di rifarlo del tutto in una nuova stampa, o di sostituire in suo luogo un altro, che di emendarlo; perciò l’Accademia dei Sillografi reputa essere espedientissimo che gli uomini 4 AMF olire alle — 13 AMF dalla — 16 AMF manco possibili — 21 A virtù, — 23 A emendarlo, I per rispetto di due considerazioni particolari — essere di sommo [di più | rilievo — 2 quantunque com. non sieno avvertite [non sieno avv. com.] — 2 La prima — 3 dovere indubitatamente avvenire [accaderej che — 4 mac¬ chine in progresso di trmpo vengano a comprendere — 5 onde non altri- menti [nel mrdo] — 7 de’ — 6 d'esempio — 10 paracalunnie o porafrodi — 13 dalla noncuranza — 14 dei dei dei — 15 siffatti — che da —■ 16 ad evitare che gli rfletti — 17 de' — 18 de' — 21 sia molto più facile a — 22 o a 23 che od —> 24 de*