Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/274

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


14 — 210 - fa innanzi allo svegliarci, con questo ci addormentiamo; e se pure una volta ci verrà scoperta da lontano la cima di un monte o di una foresta, o cosa tale, non capiremo in noi stessi dalla contentezza ; e presa terra, solamente a 5 pensare di ritrovarci in sullo stabile, e di potere andare qua e là camminando a nostro talento, ci parrà per più giorni essere beati. GUT. Tutto cotesto è verissimo: tanto che se quella tua congettura speculativa riuscirà cosi vera come è la 10 giustificazione dell’ averla seguita, non potremo mancar di godere questa beatitudine un giorno o 1’ altro. COL. Io per me, se bene non mi ardisco più di pro¬ metterlo sicuramente, contuttociò spererei che fossimo per goderla presto. Da certi giorni in qua, lo scandaglio, come i 15 sai, tocca fondo ; e la qualità di quella materia che gli vien dietro, mi pare indizio buono. Verso sera, le nuvole intorno al sole, mi si dimostrano d’ altra forma e di altro colore da quelle dei giorni innanzi. L’ aria, come puoi sen- i tire, è fatta un poco più dolce e più tepida di prima. Il 20 vento non corre più, come per 1’ addietro, cosi pieno, né j cosi diritto, né costante; ma piuttosto incerto, e vario, e ¡. come fosse interrotto da qualche intoppo. Aggiungi quella * canna che andava in sul mare a galla, e mostra essere tagliata di poco; e quel ramiceilo di albero con quelle i 25 coccole rosse e fresche. Anche gli stormi degli uccelli, i 8 AMF coletto — A verissimo, — 14 A qua — 15 A fondo, — ] 16 A aera — 17 A tole —• 20 A pieno — 21 A diritto — 21 A cottante, — 21 incerto — vario — 23 A galla — 24 A poco, — . j 12 quantunque —- non me la ardiaco promettere certamente per estera ttato ingannato più volte dalla opinione in questi mari, contuttociò — 15 quella i moter ia che reca tu appiccata — 18-9 come tenti — è un poco —- 25 fretchfl. I Gli tlormi