Pagina:Leopardi - Operette morali, Gentile, 1918.djvu/315

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


e — 251 — debbano essere, impossibili a rinnovarveli. Circa la perfe¬ zione dell’ uomo, io vi giuro, che se fosse già conseguita, avrei scritto almeno un tomo in lode del genere umano. Ma poiché non è toccato a me di vederla, e non aspetto che mi tocchi in mia vita, sono disposto di assegnare per 5 testamento una buona parte della mia roba ad uso che quando il genere umano sarà perfetto, se gli faccia e pro¬ nuncisi pubblicamente un panegirico tutti gli anni ; e anche gli sia rizzato un tempietto all' antica, o una statua, o quello che sarà creduto a proposito. IO I A estere — AM rinnovategli — 2 A giuro — 4 A vederla — 8 A anni, — 9 A antica — statua 7-8 (accia un elogio pubblico — 9 quello [quel] che sarà creduto a proposito meglio [più sarà creduto a proposito]