Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/175

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


I

VERSI E ABBOZZI

(1816-19)



I

LE RIMEMBRANZE

Idillio.


     Era in mezzo del ciel la curva luna,
e di Micon la povera capanna
sol piccola da un lato ombra spandea.
Chino sul destro braccio, ed appoggiando
5alle ginocchia il cubito, dell'uscio
sul facile gradin sedea Micone.
Egli era triste e muto. Il tenerello
Dameta, il figliuolin, che ad ogni istante
temea la mamma udir chiamarlo al sonno,
10scherzavagli d'intorno, e, saltellando,
la mano gli prendeva, or d'una cosa,
or d'altra il ricercava: un panierino
mostravagli talor da lui tessuto,
talor raccolto un fresco fior, talora