Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/190

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
184 ii. versi frammenti e abbozzi


Antonietta la conforta, la fa restare... Eccomi a voi... parte con fermezza... raccomanda la figlia.


Scena III.

carlotta.


Trasporti... o madre... sente urli e strepito di voci... la madre è comparsa... il carro si muove... s'incammina... suono di tamburi... voci fiere di comandanti frammiste... cannoni... strepito sempre crescente... tamburi cessano... fragor di spade... tumulto... (certo sono i congiurati... Oh Dio... Salvami... salva la madre) tutto è finito, non c'è più speranza... la congiura è svanita... o madre, a morir vai... trasporti fierissimi, tenerissimi... crescono... furie... barbari, tiranni... Ché non posso romper queste porte e correre... o madre, tu muori intanto, ah! forse... tu sei morta... Appoco appoco cessano i cannoni... s'acqueta il tumulto... M'inganno o sento di nuovo lo strepito del carro che torna a incamminarsi... suono di tamburi nuovamente... tutto s'allontana appoco appoco... silenzio...


Scena IV.

detta...


...Nuova di tutto... piccola squadra de' congiurati corre con grida... al carro... tra le guardie del carro v'avea qualche congiurato... essi combattono... erano state raddoppiate le guardie... cade.

T. sforzi inutili... popolo in parte sommosso, ma rattenuto dalle truppe... cannoni per le strade... la squadra si sbanda o è fatta prigione, o è uccisa, pochi fuggono... io vidi... o Dio... la testa...

Carlotta orrore, trasporti, teneri...

So che la mia vita è in pericolo, che sono sospetto... pur volli venire.

Carlotta va, vola, m'accusa... prega vivamente che cerchi di farla morire... Oh sventurata!... oh cara! Oh madre mia!... sei morta...