Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/229

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Ili - TELESILLA LA PASTORELLA Versali pur. L’ALTRO PASTORELLO Lascia ch’io versi anch’io questi che ho còlti. LA PASTORELLA Orsù ! UNA DONNA Figliuoli miei ! IL PRIMO PASTORELLO Guata; questi son funghi: abbiamgli colti tutti dopo la piova, e sono assai, come vedi. la donna Io n’ho gusto. Io son venuta per richiamarvi a casa, ch’egli è tempo di ricondur la greggia al pecorile. IL PRIMO PASTORELLO Io voleva aspettar che visto avessi certi che qui vicino a passar hanno andando a Maioalto: ed hollo inteso da un cavalier che qui passava, e detto hammi da ridir loro alcune cose. LA DONNA Figliuol mio, l’ora è tarda, e già calato è’1 sol, né più coloro oggi, cred’io, saranno per passar di queste parti. Non si puote aspettar che faccia scuro