Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/228

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


222 II - VERSI FRAMMENTI E ABBOZZI IL PRIMO PASTORELLO Dove son? l’altro Vedi questo. IL PRIMO PASTORELLO Io troveronne 120 un che sia meglio. LA PASTORELLA Ecco, io ne veggio, appresso a quella pianta, un micolin più dietro. IL PRIMO PASTORELLO Questa? è una foglia secca. l’altro E tu che badi che non vieni a cór funghi, e pieno è il prato? LA PASTORELLA Lasciatemi filar, ch’io non ho voglia 125 di gire al sol, però ch’annera il viso. l’altro PASTORELLO Dilicata, ei non ha forza nessuna or ch’ei tramonta, e battemi negli occhi senza danno. E ben puoi tenerti a l’ombra, or eh’ è si lunga. IL PRIMO PASTORELLO Io vo’ che tu riceva 130 nel grembial questi funghi, ond’ho già pieno tutto il cappello, e non m’avanza loco,