Pagina:Leopardi - Puerili e abbozzi vari, Laterza, 1924.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


I

VERSI ITALIANI

(1809-11)



I

LA MORTE DI ETTORE

Sonetto.



     — Férmati, duce; non ti basta? ah mira
come a te s’avvicina Achille il forte,
che gran furore e insiem vendetta spira
4e inferocito anela alla tua morte. —
     Ettor non m’ode, e alla battaglia aspira;
ah, che quivi l’attende iniqua sorte!
Ei vibra il ferro: quegli si raggira
8e schiva il colpo colle braccia accorte.
     Drizza poi l’asta sfolgorante luce;
fermano il corso per mestizia i fiumi;
11giá vola il crudo acciar... — Férmati, o truce! —
     Torcon lo sguardo inorriditi i numi;
il colpo arrivò giá; cadde il gran duce;
14cadde l’eroe di Troia e chiuse i lumi.