Pagina:Lettera sopra il canto de' pesci.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
XI
 


innocenti merluzzi del Canadà; perchè non credo, che lungo la Costa di Neufondland, nè all’Isola di Sable vi sia costume di stampare Raccolte in occasione di nozze, onde neppure verrà simile talento ai Baccalà di que’mari.

Sinora vi ho detto le ragioni, perchè quel Poeta mio amico ha voluto comporre una canzonetta in persona del Carpione: resta ora che vi dica le ragioni; perchè la mando a voi tal Canzonetta, ornatissimo Signor Conte. La ragione è propriamente la osservata uniformità di pensare tra voi Autore del Ditriambo, e il Carpione autore della Canzonetta; perchè la poesia dell’uno e dell’altro è finalmente un bel tratto di filosofia morale. Voi non usate moltissimi versi a rintracciare tutte le glorie vetuste delle due Case, alto vostro argomento, di per se note e illustrissime; nè il Carpione s’intertiene a esaltare la chiara nobiltà della Trota stirpe italiana antichissima a giudizio de’migliori critici. Dico a giudizio de’migliori critici; perchè si crede, che la famiglia della nostra Trota sia originaria del lago di Garda; e non sia venuta alle nostre contrade, quando gl’Imperatori golosi da un mare all’altro, e da uno a altro fiume, o