Pagina:Lettere d'una viaggiatrice - Serao, 1908.djvu/418

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search







dal Breuil, un giorno felice....


Ah, ecco, finalmente, una vera montagna, la gran montagna terribile e bella, la cima tremenda e affascinante; ecco l’invincibile seduttore delle Alpi; ecco il Cervino..... Ogni altra visione alpina sparisce. Tutte le intime impressioni che provaste, vagabondando pei monti, impressioni amene o tetre, impressioni bizzarre o solamente curiose, impressioni di schietta gentilezza o d’intensa poesia, tutte si velano, si dileguano. Quella che provate innanzi al Cervino, è la impressione vivida e complessa, quella che vi penetra, che vi comprende e vi prende, la impressione perfetta e rara, che tutti gli assetati e gli affamati di vivere ri-