Pagina:Lockyer - Astronomia, 1904.djvu/213

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Le Stelle. 197


§ III.

Colori delle stelle.

211. Vi sono in cielo stelle rosseggianti, ve ne sono di biancheggianti, di gialle, di aranciate, di azzurre, di verdi. Il color verde e l’azzurro sono però eccezioni; la più gran parte delle stelle hanno colori che si lasciano classificare per mezzo di una scala cromatica, la quale comincia dal bianco puro, passa per tutte le gradazioni del giallo e finisce nel rosso.

Non pare che esistano stelle di color bianco puro; nelle ritenute bianche v’è sempre una traccia di giallo.

Numerose sono le stelle rosse, ma non bisogna credere che esse sieno di color rosso puro, poichè il vero rosso del carminio non s’incontra in nessuna stella. Più che rosse son rosseggianti, d’un color cioè giallo intenso tendente più o meno al rosso.

Se nello scala dei colori più su accennata si pone il bianco puro uguale a zero, si indica col numero 4 il giallo puro, col 6 il giallo intenso proprio dell’oro, col 10 il rosso spoglio da ogni miscela di giallo, non v’è stella il cui colore sia rappresentato dallo zero della scala, e tutte le stelle rosse vengono rappresentate da numeri compresi fra 6,5 e 9.

212. Alcuni hanno riconosciuto dei cangiamenti periodici nei colori delle stelle, ma questo fatto, che sarebbe importantissimo, non è ancora ben certo.

Ad esempio Sirio, la stella più brillante della