Pagina:Macbeth.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO QUARTO 125

Volto gli occhi io non ho. Che dico? I proprj
Lusingar non mi san. Reo di spergiuri,
Reo di frodi io non sono, e men del vero
Cara ho la vita. La prima menzogna
Dalle mie labbra proferita è quella
Che ritorsi pur or contro me stesso.
Quanto io son veramente e quanto io valgo
è tuo, Macduffo, e della patria. Il prode
Sivardo, anzi il tuo giungere, le mosse
Prendervi disponea con dieci mila
Ben agguerriti combattenti. A questi
Noi terrem dietro, e piaccia a dio che vinca
La buona causa!... Tu non parli?
macduff.
Un male
Che si muta in ben non si concilia,
Principe, così tosto.
malcom.
A lungo ancora
Ne parleremo. – Chi s’ accosta?

SCENA VII
I precedenti, ROSSE.

macduff.
Ancora
Che bene io nol distingua, un uomo, o prence,
Di nostra terra.