Pagina:Macbeth.djvu/162

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO QUINTO. 159
SCENA ULTIMA

I precedenti, MACDUFF, coll’armatura e la corona

di macbeth


macduff

Iddio ti salvi, o re di Scozia!
Sì, tale or sei! Riverso nella polve
Giace il bieco tiranno, e queste sono
Le insegne sue. La patria è alfin redenta.
Nobil cerchio ti fan le più valenti
Spade del regno, e t’offrono l’omaggio
qual te l’offre il mio cor. Così da tutte
Le nostre voci un grido unico suoni:
« Dio salvi il re!»
tutti
Dio salvi il re!
malcom
Con voi
Sdebitarci vogliamo innanzi tratto
di tanta fe, signori illustri e cari
Congiunti!In questo dì noi v’innalziamo
tutti al grado di conti, e voi sarete
di questo nome imperïoso i primi
Nella Scozia insigniti. Altro ne resta
Cui dar le nostre cure, e le daremo
Coll’ajuto divino a tempo e loco.
Ed in pria volgerem pensiero ed opra