Pagina:Maineri - Ricordi delle Alpi.djvu/134

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
130 ricordi delle alpi.


Alcuni popoli delle coste dalmatiche, specialmente dell’interno, usano iraraergere, appena nati, i loro figli in conche o piscine d’acqua fredda: non so quanto riescirebbe a bene tra noi quest'uso; ma la consuetudine ha gran forza dappertutto, e certi usi ci possono parère strani e impossibili solo perchè non furono mai adottati da noi. — In quasi tutti i riti religiosi sono prescritte alcune abluzioni, che naturalmente esprimono un simbolo: è giusto; chè la religione per essere medicina dello spirito, deve pure avèrè di mira il corpo: Mens sana in corpore sano.

La pulitezza dev’essere un abito primitive: la madrè la insegni al figlio; un fanciullo ben tenuto e nitido, è un vero flore, e direste che diffonda d’ogni intorno fragrante innocenza. I bimbi voglion pane da prima, ma col pane nettezza, aria, moto e libertà: bisogna rinforzarne la fibra e preservarli dalla eccessiva linfa; — il fanciullo sano tripudia; sano e pulito, tripudia e fa tripudiare. Quel suo corpicciuolo ha bisogno di coltura, ma la prima, la essenziale coltura è la nettezza.

Le buone pratiche prese dalla puerizia, mantengonsi nell’adolescenza e coutinuano in gioventù: alla legge della natura quella deli’abitudine, ch’è da uitimo la più potente.

I pastori del vülaggio, cioè i parrochi, do-