Pagina:Maineri - Ricordi delle Alpi.djvu/135

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

igiene. 131


vrebbero prendersi cura di divulgare queste savie idee: nessuno più di essi è in istato di farle entrare nel popolo, e di conserva avrebbero a procedere i maestri di scuola. Dalla scuola e dal pergamo possono partire le idee più sane e feconde; ma ci vuole senno pratico della vita e giusta temperanza.

La vista dei poveri terrazzani di Cajolo mi ha suggerito, come elemento d’igiene, queste idee sulla pulitezza, le quali possono essere benissimo applicate a molti altri paesi della Valtellina, e, se si vuole, di tutta la penisola. Conchiudiamo: se la miseria ha diritto a coinpassione, non lo ha la sporcizia, e, più raali che non si pensi, ci arrivano dalla incuria dei corpo; — doppio bisogno, pane e sapone.

XIII.

La Sovenda.

Non vo' tacere al lettore una specialità di quest’umilissima terra.

Dal Prospetto storico, polilico ed apologctico dei Governo della Valtellina e delle sue costttuzioni fondamentali, traggo quanto segue:

«Nel 1487 i Grigioni vulturrenam prædabundi, come dice Benedetto Giovio, sbucarono