Pagina:Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale.djvu/395

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[§ 55] la popolazione 385

dei fenomeni sociali. L’aumento della ricchezza media per capo di abitante favorisce la democrazia; ma questa, almeno secondo quanto si è potuto sin ora osservare, distrugge largamente la ricchezza e provvede anche a disseccarne le fonti; onde, per tal modo, scava a sè stessa la fossa, e distrugge ciò da cui aveva vita (§ 83).

La storia è ricca di esempi che si potrebbero recare in conferma di questa osservazione; e se ora pare che non si verifichi, ciò segue non solo perchè breve è ancora il termine in cui l’opera distruggitrice della ricchezza si è compiuta, ma altresì perchè i meravigliosi miglioramenti tecnici che ebbe la produzione ai tempi nostri concessero sinora di produrre maggiore quantità di ricchezza di quanta se ne sperperava; ma ove seguiti a crescere la distruzione della ricchezza, e nuovi miglioramenti non sopravvengano per far sì che più, o egualmente, ne aumenti la produzione, potrebbe mutare interamente il fenomeno sociale.

Oggettivamente, i fenomeni che ora abbiamo studiato stanno semplicemente in relazione di mutua dipendenza, ma soggettivamente vengono solitamente tradotti come essendo in relazione di causa ad effetto; ed anche quando oggettivamente vi può essere alcunchè che si avvicini a tale relazione, è notevole che spesso la traduzione soggettiva ne inverte i termini. Così appare probabilissimo, quasi certo, che i sentimenti umanitari, i provvedimenti legislativi in favore dei poveri, o altri miglioramenti nella vita di questi, poco o niente giovano per far crescere la ricchezza, anzi talvolta la fanno scemare. La relazione di mutua dipendenza tra quei fenomeni si avvicina quindi ad una relazione in cui l’aumento di ricchezza

Economia politica. - 25.