Pagina:Marinetti - Il tamburo di fuoco.djvu/97

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

senza fermarmi. Mi piace bere ogni giorno alla tua bocca la forza necessaria per continuare la marcia e la lotta. Partiremo domani; ma ora pregusto la notte piena di musiche soavi. Ecco la luna. La foresta beve già la sua luce. Ogni tronco di banano si spalma di argento grasso.

2 Frusciatoti, 1 Rombatore.

Mabima.

Le sorgenti traboccano di beatitudine come cuori. La luna è un’altissima noce di cocco. Vorrei stringerla fra le braccia.

Kabango

ridendo.

Vuoi che mi arrampichi su, su, per coglierla? Ora si spacca. Guarda. Gronda di latte... Il suo latte si spande.

Mabima.

Aspira questo profumo.

Kabango.

Lo conosco: sale dal tuo seno.


91