Pagina:Marinetti - Primo dizionario aereo italiano, 1929.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


a forma di rocchetto affusolato che serve loro da madre comune. Facendo ruotare tale rocchetto, le due viti ne sporgono più o meno e regolano così la tensione dei fili che vi fanno capo.

timone — dispositivo che serve a dirigere il volo degli aerei.
Consiste in un piano aerodinamico situato ad una certa distanza dai centri dell’apparecchio e disposto verticalmente oppure orizzontalmente secondo che serve alla direzione nel senso orizzontale od a quella in senso verticale.
Il timone è manovrabile ed imperniato in modo che facendolo ruotare sul proprio asse agisce nella corrente provocando uno squilibrio che fa deviare la rotta dell’apparecchio.

timone compensato — timone imperniato in modo da agire con compensazione oppure provvisto di piano di compensazione.
Vi sono anche timoni di direzione compensati mediante molle che vengono interposte nelle trasmissioni dei loro comandi e servono a tenerli costantemente deviati di un piccolo angolo sufficiente a correggere la tendenza a girare alla quale è soggetto l’apparecchio per effetto della rotazione dell’elica.


— 116 —