Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/154

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Giovanni

dall’interno:

Lucia! Lucia! È tardi?

Lucia

No! Riposati ancora.

Giovanni

Mi alzo e vengo. Bisogna finire stanotte.

Lucia

Va, Gioia. Domani deciderai.

Gioia Fiore

uscendo:

La serata è bella. Fa caldo. La luna sale ora. C’è molto fuoco sulla montagna. Buona notte. (Esce)

Lucia

rimane in ascolto attirata da un rumore misterioso.

Eugenia

a bassa voce, sotto il balcone:

Lucia! Lucia! Lucia!

Lucia

Eugenia, sei tu? Cosa vuoi? (A Eugenia che appare fra i battenti della porta-finestra) E se Mario si sveglia?

Eugenia

Non temere, dorme, dorme, dorme, dorme!


153