Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/159

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Serena

Ma ditemi... Ditemi... Non avete dunque un cuore nel petto? Siete dunque di ghiaccio?

Lucia

Vorrei essere di ghiaccio; questa notte è soffocante. (Si avvicina a Giovanni e rimangono chini sulla manovella della macchina interamente azzurra.)

La voce di Balzo

sotto la terrazza:

Aprimi, aprimi, Gioia! Un bacio.

La voce di Gioia

Non posso aprirti! Sentirebbe la signora. Vattene. Ti voglio bene, ma vattene.

Rumore di lotta tra i battenti di, una porta che si chiude. Poi un passo veloce che si allontana. Giovanni e Lucia abbandonano la manovella, rimangono un istante accorati e pensosi, poi raggiungono Alberto Serena incuriositi dal dialogo di Gioia e Balzo.

Lucia

Buona notte, Serena! Mio marito ha la febbre, deve coricarsi!

Giovanni

Ho la testa in fiamme!

158