Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/272

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Palumbo

scattando verso S. A. Simonetta:

Ma per tutti i Santi e per tutti i demoni, se siete una Santa, servitevi della Santità per salvare la mia nave! Fuori, una prova della vostra Santità!

S.A. Simonetta

Lei è un positivista!

Palumbo

Non sono un positivista. Esigo da voi un miracolo! Non sa, non può farlo? Ciò significa che la Fede e la Santità sono stelle inutili, o meglio fari pericolosi nascosti nella nebbia! Credetemi, l’unica realtà è il dovere che vuole e che fa. (Voltandosi di scatto verso il timoniere) Cosa fai lì immobile? A destra! A sinistra! Il timone! Hai capito, a destra! E apri la bocca per ridere. Sorridi per dimostrare che non hai paura e che sei vivo come me... e che non sei un fantasma né un mostro diabolico, colla tua faccia di fumo nero!...

Dorville

Vi è molto fumo qui!

Palumbo

Per carità, non perdiamo la testa! Questo è il fumo delle mie macchine e non il fumo del vostro inferno...

Canepa

rientrando:

Signor comandante, la manovra delle barche è riuscita perfettamente. Tutte le barche sono in mare. Quasi tutti i passeggeri hanno trovato posto nelle barche. Quelli che si sono gettati a nuoto... — sono pochi!... — vengono raccolti


271