Pagina:Marinetti - Teatro.djvu/465

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


di cuore. Per fortuna hanno trovato in me un medico affettuoso.(Mostrando il suo gilet) Ecco il loro ospedale. Purtroppo sono anch’io un cardiaco... Quando il mio cuore si turba come ora, turba anche questa mia doppia cassa 40 rubini Longines. Se lo tengo nella tasca del pantalone diventa materialista. Sul petto accelera i suoi battiti. E’ però il primo orologio del mondo, arbitro del tempo! Se per caso all’alba il sole si trattiene troppo nel lago, il mio orologio impone al sole di alzarsi.. a

Imprecisi

Sssst!... Ascoltate... Ricominciano.

S’ode il vocio delle due donne che riprende con crescendo impressionante.

Il liberatore d’orologi

Vostra moglie e vostra madre... Orologi imperfetti! Occorrerebbe liberarli dal peso del tempo. Ora vedrete quanto è miracoloso il mio doppia-cassa Longines. (Si alza e sparisce dietro il parvento. Dopo due secondi ricompare.) Senza farmi scorgere l’ho messo sul tavolo. Ho proceduto cosi alla commutazione delle forze di vostra moglie e di vostra madre.

Signora Imprecisi moglie

invisibile dall’interno, urlando:

Le due! Le due!?!!

Imprecisi

Come? Mia moglie impazzisce realmente. Non sono le due! Sono le undici!

Il liberatore d’orologi

Il mio orologio impone le due. (Esce)

464